UPIM - Vertenza

UPIM - Vertenza

      Roma, 6 dicembre 2005


      Oggetto: Vertenza Upim



      Alle FILCAMS FISASCAT UILTuCS
      Regionali e Comprensoriali

      L O R O S E D I


      Cari amici e compagni,

      il Dott. Luca Rossetto ha inviato il 24 novembre u.s. una lettera di dipendenti UPIM.

      Crediamo sia necessario rispondere, ristabilendo la veritÓ e rivolgendoci ai lavoratori e alle lavoratrici con grande sinceritÓ.

      Vi invitiamo a voler affiggere in tutte le bacheche Upim, la lettera aperta che alleghiamo.

      Fraterni saluti.



      p/la FILCAMS p/la FISASCAT p/la UILTuCS
      (Marinella Meschieri) (Pietro Giordano) (Marco Marroni)


      All. 1

LETTERA APERTA AI LAVORATORI UPIM



Cari Lavoratrici e Lavoratori,

il freddo autunnale arriva con la decisione unilaterale dell’UPIM di disdettare e di non applicare, dal 1 gennaio 2006, le norme e le retribuzioni previste dal Contratto Integrativo Aziendale vigente, frutto di decenni di lotta e di sacrifici di voi tutti

FILCAMS/CGIL, FISASCAT/CISL e UILTuCS hanno contestato tale atto ed hanno dichiarato uno sciopero nazionale per il prossimo 17 dicembre.

La nostra richiesta, accolta da altre Aziende note dall’ex Gruppo Rinascente, era semplicemente quella di continuare ad applicare il Contratto Integrativo, per il periodo strettamente necessario al rinnovo dello stesso. In tal senso, abbiamo presentato all’Azienda una Piattaforma che, pur salvaguardando anni di conquiste (diritti e tutele, malattia, ecc.), teneva conto delle modifiche negli assetti aziendali a una realtÓ concorrenziale esistente.

La risposta dell’Upim Ŕ stata: NO!!! Il massimo “concedibile” sarebbe stato il mantenimento solo di parte del contratto e la perdita del restante dal 1░ gennaio 2006… UN BEL CAPODANNO !!!

Ma la primavera sarÓ raggelante se Ŕ vero come Ŕ vero che l’UPIM ha annunciato la possibilitÓ di chiusure di pi¨ di una decina di magazzini.

Per decenni le Organizzazioni Sindacali, insieme a tutti Voi, hanno dimostrato grande senso di responsabilitÓ sia nell’affrontare le questioni UPIM legate al Contratto Integrativo ex Rinascente, sia nelle ripetute ristrutturazioni avvenute negli anni.

Tale responsabilitÓ nasceva anche dal reciproco rispetto tra noi e l’UPIM. Oggi purtroppo tali corrette relazioni sindacali, sembra siano rifiutate dall’Azienda, che ha compiuto gli atti che Vi abbiamo descritto.

Noi auspichiamo un ripensamento aziendale che ci consenta di discutere in tempi stretti il rinnovo del Contratto Integrativo.

Momenti aziendali difficili vanno affrontati nel reciproco rispetto, dialogando e trattando, non compiendo atti unilaterali che costringono allo scontro per la salvaguardia dei diritti dei dipendenti.
SPERIAMO SIA UN NATALE TRANQUILLO E DIALOGANTE, TUTTO DIPENDE DALL’UPIM…
Un cordiale solidale saluto.


FILCAMS FISASCAT UILTUCS
(Marinella Meschieri) (Pietro Giordano) (Marco Marroni)


Filcams CGIL Nazionale Via Leopoldo Serra,31 00153 Roma
http://www.filcams.cgil.it