C.I.A. Terme S.Lucia Tolentino - MC

Decorrenza: 05/10/2000
Scadenza:

Il giorno 10 maggio 2000, presso la sede dell’ASSM di Tolentino
tra
L’ASSM rappresentata da:
Direttore ing. Pietro Pisciotta;
Responsabile del Servizio Terme dott. Danilo Compagnucci;
Responsabile della segreteria dott.ssa Eliana Seri
e

L’Organizzazione Sindacale Territoriale FILCAMS-CGIL rappresentata dal sig. Tordini Stefano e l’Organizzazione sindacale territoriale UILTuCS – UIL rappresentata dal Sig. Broglia Roberto, alla presenza delle rappresentanze Sindacali Unitarie Aziendali comparto Terme, nelle persone di Samuela Staffolani e Tiziana Mariani

Si è stipulato il presente Accordo Integrativo aziendale per i dipendenti delle Terme S. Lucia, composto di:

PREMESSA;

PARTE GENERALE;

TRATTAMENTO ECONOMICO;

Contestualmente alla firma del presente accordo la direzione consegna alle Organizzazioni sindacali il PIANO DI ASSUNZIONE DEI DIPENDENTI A TEMPO DETERMINATO, che viene sottoscritto per presa visione.

Letti, approvati e sottoscritti dai rappresentanti delle parti stipulanti.

PREMESSA

Con la stipula del presente accordo le parti hanno inteso dare attuazione ad un sistema di relazioni sindacali strutturato, nonché a realizzare una contrattazione integrativa recependo la linea di indirizzo indicata nel “Protocollo sulla politica dei redditi e dell’occupazione, sugli assetti contrattuali, sulle politiche del lavoro e sul sostegno al sistema produttivo” del 23/7/93 nel rispetto delle competenze assegnate al livello di contrattazione aziendale, dal protocollo medesimo e dal CCNL di settore.

L’accordo, si inserisce in una precisa volontà di rilancio del comparto aziendale terme attraverso il superamento dell’attuale fase di ridefinizione dei servizi all’utenza e economico finanziari.
In tale contesto l’Azienda è fortemente impegnata a realizzare un processo di ristrutturazione organizzativa e attraverso adeguati programmi di investimenti, a realizzare il processo di rilancio del settore migliorando la rete dei servizi basati sulla qualità, redditività e sviluppo.
Nella logica di cui sopra, le stesse parti si incontreranno per procedere a verifiche in merito agli assetti organizzativi più adeguati al miglioramento ed all’attuazione delle risorse umane.

PARTE GENERALE


TITOLO I – DIRITTI SINDACALI E RELAZIONI SINDACALI

Fermo restando quanto previsto dalla vigente normativa di legge e di contratto in materia di relazioni sindacali, le parti convengono di istituire un sistema di diritti di informazione e confronto articolato, finalizzato a razionalizzare e migliorare l’assetto complessivo delle relazioni tra sindacato ed azienda.
Tale principio si esplica attraverso il pieno riconoscimento di momenti di confronto fra le parti per le materie designate dalla contrattazione di secondo livello, e ciò anche in relazione a quanto previsto nel presente accordo in materia di salario variabile.

TITOLO II – SVILUPPO E OCCUPAZIONE

L’Azienda è impegnata a rendere la situazione economico-finanziaria del comparto “Terme” autonoma, rendendo il comparto medesimo efficiente e competitivo.
Gli investimenti sono pertanto tesi:
· A qualificare lo stabilimento termale;
· Incrementare i volumi di fatturato;
· Consolidare e migliorare i livelli occupazionali, anche individuando nuove offerte di servizi/prestazioni all’utenza.


TITOLO III - MERCATO DEL LAVORO

Stagionali

Si conviene tra le parti di applicare il diritto di precedenza nelle assunzioni a tutto il personale che ha già prestato l’attività lavorativa nell’Azienda per il medesimo comparto, nel rispetto di quanto previsto dall’art. 12 del CCNL e dalle disposizioni di legge vigenti.
La priorità è determinata in base ai mesi di assunzione cumulati negli ultimi 3 anni.

Contratti a tempo determinato.

In deroga al CCNL viene eliminata la percentuale di possibilità di assunzioni a termine e annualmente di norma nel mese di gennaio si effettuerà un incontro/confronto tra le parti firmatarie il contratto integrativo aziendale per definire la possibilità di consolidamento con trasformazione di alcune figure da tempo determinato in contratto a tempo indeterminato.

TITOLO IV – FORMAZIONE PROFESSIONALE

In relazione ai programmi di sviluppo, all’ampliamento di servizi e innovazione tecnologica, le parti riconoscono l’importanza della formazione e dell’aggiornamento professionale quale investimento sia per l’Azienda che per i lavoratori al fine di realizzare la qualificazione del servizio/prestazioni all’utenza e il miglioramento costante della professionalità.

Nel piano annuale di formazione saranno sempre compresi interventi formativi tesi alla tutela e sicurezza dei lavoratori/trici come definito dal Dlgs 626 e, di volta in volta, verranno previsti cicli formativi e addestrativi finalizzati a migliorare la qualità del servizio/prestazioni e alla ottimizzazione dell’utilizzo delle tecnologie.

Le parti si impegnano a monitorare lo sviluppo dei piani formativi e addestrativi.

I programmi possono rientrare anche nel quadro dei finanziamenti concessi dagli enti preposti.

TITOLO V

I lavoratori con contratto a tempo indeterminato e i lavoratori con contratto a tempo determinato superiore a sei mesi hanno diritto a permessi retribuiti a carico di un monte di ore definito in 480 messo a disposizione di tutti gli aventi diritto e riferito al periodo di validità del presente accordo (4 anni), con un massimo per dipendente nel quadriennio di 100 ore da riproporzionare in caso di part-time.
Il monte ore è stato determinato moltiplicando ore 15 per quattro il numero totale dei dipendenti occupati alla data della stipula del presente accordo.

I permessi non possono essere usufruiti nel periodo di maggior intensità lavorativa e precisamente dal 1/6 al 31/10.

I lavoratori che contemporaneamente potranno assentarsi dall’unità produttiva possono superare il due per cento del totale della forza occupata previa autorizzazione aziendale.
TITOLO VI – ORARIO DI LAVORO E ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO

Le parti confermano che i programmi di organizzazione del lavoro devono ispirarsi a modelli che valorizzano la professionalità e migliorano complessivamente le condizioni e la qualità del lavoro in tutti i suoi aspetti.
Al fine di conseguire quanto sopra, nonché al fine di realizzare un migliore utilizzo degli impianti, più elevati livelli di produttività ed efficienza, una più equa ripartizione dei ritmi e dei carichi di lavoro, un accrescimento della professionalità individuale e collettiva ed un miglior servizio all’utenza, le parti si confronteranno per realizzare intese.

Orario di lavoro

In relazione alle particolari esigenze del comparto, volte a migliorare e ampliare i sevizi all’utenza, la distribuzione dell’orario di lavoro sarà su giorni 6.
L’orario di lavoro settimanale sarà di 40 ore.

A fronte di situazioni ed esigenze obiettive dell’attività produttiva si applicherà un programma di flessibilità con un orario minimo di 32 h. settimanali e max di 48 h. settimanali.
Il programma potrà essere effettuato per un max di n° 10 settimane nell’anno e verrà concordato con la RSU.
Si stabilisce inoltre che le eventuali prestazioni straordinarie a qualsiasi titolo potranno essere recuperate in altri periodi calcolando le maggiorazioni spettanti in maggior recupero e regolarmente retribuite secondo la volontà del dipendente e considerate le esigenze dell’Azienda.
Qualora le esigenze di servizio non renderanno possibile la fruizione delle ferie e il recupero dello straordinario, tali periodi dovranno essere recuperati prioritariamente tramite proroga del periodo dell’assunzione o retribuiti.

TRATTAMENTO ECONOMICO

TITOLO I – PREMIO DI RISULTATO / SALARIO VARIABILE QUADRIENNIO 2000 / 2003

PREMESSA
I criteri di erogazione del premio sotto definiti verranno applicati per il quadriennio 2000-2003 con aggiornamento annuale a seguito di contrattazione tra le parti. Il premio sarà commisurato ai risultati conseguiti relativamente agli obiettivi di produttività annualmente derivanti dall’accordo tra le parti e terrà conto degli istituti di premio di produzione preesistenti.
Il progetto di produttività qui indicato ha validità per l’hanno 2000.

1. – IMPORTO MASSIMO EROGABILE
L’ammontare massimo per il 2000 è stabilito pari a L. 11.000.000 da corrispondere individualmente al personale a tempo indeterminato e a tempo determinato in funzione del minimo tabellare e del periodo di permanenza in servizio (tenendo cioè conto sia del periodo di assunzione a termine che della quota di part-time).

2 – PROGETTO DI PRODUTTIVITA’
L’importo del premio sarà correlato ai risultati ottenuti nella realizzazione dei progetti di efficienza e di efficacia tra le Parti.
Obiettivi di produttività.
Per il 2000, gli obiettivi prefissati seguono i criteri generali sotto enunciati:
· obiettivi comuni a più unità operative;
· obiettivi di Reparto in modo da tener conto delle pecularietà delle singole unità operative e della loro diversa partecipazione agli incrementi di efficienza ed efficacia aziendali voluti dai progetti. Gli obiettivi stessi sono essenzialmente connessi ad una partecipazione del personale al contenimento dei costi di gestione e alla promozione dei servizi e dei prodotti termali nei confronti dell’utenza.
Gli obiettivi prefissati sono riassunti nel prospetto allegato, su cui sono riportati:
· il peso assegnato al singolo obiettivo, fatto 100 il totale dei pesi per ciascuna unità operativa;
· l’indicatore da impiegare per la misurazione del grado di conseguimento di ciascun obiettivo;
· le soglie minima e massima di risultato cui riferirsi per la determinazione della quota di premio da assegnare per ciascun obiettivo in relazione al grado di conseguimento : al di sotto della soglia minima non verrà erogato alcun premio, mentre per il conseguimento parziale degli obiettivi verranno erogate quote proporzionali al grado di conseguimento misurato.
Modalità di conteggio del premio.
Il premio di risultato verrà corrisposto in proporzione ai risultati raggiunti: l’importo da erogare individualmente sarà una quota dell’importo massimo di competenza, calcolata come somma pesata delle quote conseguite dall’unità di appartenenza per i singoli obiettivi prefissati (comuni a tutte le unità e propri dell’unità di appartenenza, ciascuna riferita al peso assegnato all’obiettivo stesso).

3 – PERIODO DI ATTUAZIONE E MODALITA’ DI EROGAZIONE DEL PREMIO
Il periodo preso come riferimento è l’arco dell’esercizio 2000.
Il premio sarà erogato con le competenze del mese di dicembre 2000.
Le modalità di conteggio del premio al singolo dipendente terranno conto della sua presenza in servizio, conteggiando le assenze secondo i seguenti criteri:
- sono esclusi dalle assenze ferie, infortuni e permessi sindacali;
- vengono conteggiati come assenze i periodi di malattia superiori a 11 giorni lavorativi consecutivi con arrotondamento al mese.

SOGLIA MAX
Valor medio della valutazione pari a 9/10
valor medio della valutazione pari a 9/10



valor medio della valutazione pari a 9/10

n° 5.000

100%


ML 20



20%
SOGLIA MIN
Valor medio della valutazione pari a 6/10
Valor medio della valutazione pari a 6/10



Valor medio della valutazione pari a 6/10

n° 4.000


70%



ML 5



5%
INDICATORE
Controlli periodici con valuta-zione a punteggio da 1 a 10Controlli periodici con valuta-
Zioni a punteggio da 1 a 10




Controlli periodici con valuta-zioni a punteggio da 1 a 10

Numero annuo di visite


Percentuale rispetto al budget




Fatturato annuo in ML


Aumento del rapporto prestazioni/ore di personale
Rispetto al corrispondente periodo precedente
PESO
100
30





20


50


70




40


30
OBIETTIVO
Partecipazione del personale addetto ai reparti accettazione,cure idropiniche,cure inalatorie, cure balneoterapiche, cure della sordità rinogena alla pulizia e alla sterilizzazione dei locali e dei servizi costituenti lo stabilimento termale. Le operazioni, a seconda del periodo stagionale(bassa-media-alta stagione), comporteranno anche prestazoni fuori orario e saranno integrative ai lavori affidati a ditta specializzata, che agirà principalmente nel periodo di alta stagione.
Le operazioni stesse saranno organizzate in modo da evitare lo svolgimeto dei lavori nei locali con presenza di utenti e potranno essere svolte, in relazione alle esigenze legate al periodo stagionale, da squadre avvicendate in modo da ripartire l’eventuale impegno fuori-orario.
Di particolare rilievo, tra le operazioni affidate al personale, il nuovo procedimento sdi sterilizzazione degli ambienti di cura da effettuarsi tramite generatore di aerosol.
Partecipazione del personale alla tenuta e alle pulizie dei
Locali,limitatamente ai singoli reparti operativi.Le operazioni saranno ad integrazione delle pulizie delle parti comuni della struttura (sale d’aspetto,servizi igienici,scale,ambulatori secondo piano) che verranno svolte da ditta specializzata.

Organizzazione e tenuta dell’archivio cartelle pazienti e della documentazione ambulatoirale.

Mantenimento/incremento del numero annuo di visite sportive

Raggiungimento del numero di prestazioni convenzionate definito dal “budget” autorizzato dal SSN



Promozione delle vendite dei prodotti cosmetici “Beauty farm – Terme S.Lucia” presso il reparto

Aumento della produttività nelle prestazioni
UNITA’
OPERATIVA
REPARTI
STABILIMENTO
TERMALE
REPARTI EX ALBERGO S.LUCIA


TUTTI




MEDICINA SPORTIVA




TERAPIA FISICA E
RIABILITAZIONE


ESTETICA

TITOLO II – INDENNITA’ DI SPECIALIZZAZIONE PER I TERAPISTI DELLA RIABILITAZIONE.

Alle figure professionali di cui al presente titolo viene riconosciuta un’indennità mensile lorda pari a L. 184.000, da riproporzionare in ragione della eventuale quota di part-time, a riconoscimento delle specializzazione acquisite tramite corsi di formazione specialistici relativamente a terapie strumentali (laserterapia, elettromagnetoterapia, ultrasuoni ecc.) e fisiche (rieducazione posturale, manipolazioni neuro-connettivali, linfodrenaggio, elettrostimolazione ecc).
L’indennità sarà attribuita a seguito di accertamento delle specializzazioni conseguite da parte della Direzione tecnica-sanitaria dell’Ambulatorio di terapia fisica e riabilitazione.

TITOLO III – TRATTAMENTO ECONOMICO FISSO.
Limitatamente ai dipendenti che alla data del 31/12/99 abbiamo maturato un trattamento economico fisso mensile derivante da accordi di produttività aziendali, tale trattamento sarà conservato in cifra individualmente “ad personam” e confluirà in apposita voce retributiva.


Altri accordi della stessa azienda:

No documents found


Filcams CGIL Nazionale Via Leopoldo Serra,31 00153 Roma
http://www.filcams.cgil.it